Abetone e dintorni

Una gita in giornata per visitare due luoghi interessanti del nostro Appennino, Il Ponte della Maddalena (o Ponte del Diavolo) e San Pellegrino in Alpe, sede dell’omonimo Santuario e paese abitato più alto di tutta la catena montuosa appenninica.

Partiamo dai dintorni di Modena e andiamo verso Maranello; da qui saliamo verso il paese di Serramazzoni e curva dopo curva torniamo verso la SS12 proseguendo per Pavullo. La SS12 del Brennero ci porta fino a Pievepelago, attenzione all’ultimo tratto di strada, il fondo stradale ha risentito di piogge e gelo e alcune piccole frane riparate hanno creato pericolosi dislivelli nel manto stradale.

Da Pievepelago ci dirigiamo verso San Pellegrino in Alpe; il paese merita una sosta per ammirare il panorama! Si scende quindi verso Castelnuovo di Garfagnana e Borgo a Mozzano.

Per questo itinerario ho previsto tre possibili soste pranzo: se già a Borgo a Mozzano avete fame, vi potrete rifocillare all’Osteria del Diavolo, esattamente di fronte al Ponte della Maddalena.
Altrimenti, risalendo verso l’Abetone, è consigliata una sosta pranzo al Ristorante “Le Cavi” a Cutigliano; o se proprio volete pranzare in quota, vi consiglio il Ristorante “La Casina”, classica mèta dei motociclisti.

Il dopo pranzo prevede il ritorno in pianura attraverso Fanano e la fondovalle del fiume Panaro. A Marano sul Panaro vi consiglio una sosta più o meno breve al Parco Fluviale di Marano per fare due passi e prendere un po’ di frescura.

Le tempistiche: l’itinerario completo è lungo circa 270 km. Da Maranello fino a Cutigliano sono 160 km, calcolate almeno 3 ore e 30 minuti. Il rientro necessita di circa 2 ore e 20 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.